staffordshire bull terrier

Traduzione completa di “I cambiamenti dello Standard di razza” di Juanita Hobbs (Sud Africa)

Assistita da Sandra Smid (Nuova Zelanda)

“Mentre tutti parlano di Standard di razza, come se fosse un singolo documento scolpito nel granito, l’analisi seguente mostra come la situazione sia diversa. Lo standard, dopo tutto, raramente significa la stessa cosa per tutte le persone in ogni luogo, in ogni momento”- Steve Stone

Il Kennel Club del Sud Africa e l’Australian Kennel Club utilizzano lo standard inglese, secondo la loro politica di utilizzare lo Standard del paese di origine, ovvero, utilizzare lo stesso standard applicato nel paese dove è stata creata una determinata razza.
Corrispondentemente, il Kennel Club (inglese) segue la stessa politica usando il South African Standard per il Rhodesian Ridgeback perché il Sudafrica è il Paese d’origine della razza.
(Una nota eccezione a questa regola esiste, il Glen di Imaal Terrier. L’Inghilterra ha modificato questo Standard e ha adottato il proprio, provocando grandi polemiche. Il Sud Africa, in questo caso, utilizza ancora lo standard Irlandese per il Glen di Imaal Terrier perché l’Irlanda è il paese di origine).
In Nuova Zelanda ancora si applica, con alcune modifiche, il ‘vecchio’ (1948) Standard Inglese. Quando il Kennel Club inglese ha ‘standardizzato’ tutti gli standard, il Kennel Club NZ ha permesso ai club di razza individuali di adottare o no, le modifiche.
Il Club degli Stafford ha deciso di rimanere con il ‘vecchio’ e (a loro parere) miglior Standard ma ha fatto includere la ‘nuova’ clausola del movimento presa dal nuovo standard (1987) .
Circa la metà dei club della Nuova Zelanda ha adottato il ‘nuovo’, l’altra metà ha optato di restare con lo standard originale (pre-esistente). Alcune razze hanno adottato diversi standard di nuovo, ma in generale i neozelandesi tendono a seguire lo Standard UK preferendolo allo standard US (o FCI).
Il Paese di origine è stato alla base per la scelta dello standard in Nuova Zelanda, ma ciò sembra caduto nel dimenticatoio, dipendendo dalla ‘cricca’ di chi ha la voce più forte nel club di razza in un quel dato momento.
L’American Kennel Club ha accettato lo Standard del 1948, con poche modifiche, quando ha riconosciuto la razza nel 1975, ma successivamente ha inserito altre modifiche.
Vale la pena notare che lo standard inglese pubblicato nel libro ‘ Staffordshire Bull Terrier’ di Pounds e Rant è errato, probabilmente a causa di un errore della casa editrice Gremlins .
Copie corrette del più recente (1987) Standard inglese possono essere trovate nelle
seguenti pubblicazioni:
The Kennel Club’s Illustrated Breed Standards
The Staffordshire Bull Terrier by John F Gordon (1989 ed.)
Staffordshire Bull Terrier by Dieter Fleig
The Complete Staffordshire Bull Terrier by Danny Gilmour
The Staffordshire Terriers by Anna Katherine Nicholas
(the 1948 Standard misnamed ‘the 1949 version’)
North West Staffordshire Bull Terrier Club 1946 – 1996
Golden Jubilee Book
The Ring, Volumes 12, 13, 14, 15, 16 & 17
Il libro del Giubileo del North West SBT Club è di grande aiuto nel capire la storia della razza. contiene pagine di ristampa di corrispondenza tra i club e le persone durante il periodo in cui lo Standard è stato cambiato nel 1948 e nel 1987.
Tale corrispondenza è una lettura fondamentale quando si cerca di interpretare lo standard, soprattutto perché molte lettere contengono descrizioni grafiche molto più esplicative rispetto allo Standard stesso.
Un confronto da queste differenti contee, avendo l’appartenenza al medesimo paese di origine (Uk non da traduzione) è più veritiero.
Nel 1935 il primo Standard fu redatto con il riconoscimento della razza dal Kennel Club inglese, mentre il secondo Standard è entrato in vigore nel 1948 e il terzo nel 1987. Sezione per sezione, questi standard potrebbero essere discussi all’infinito, ma i punti salienti sono enumerati qui.
La seguente descrizione dello Staffordshire Bull Terrier è stata adottata dai vari club Stafford in una riunione generale il 15 giugno 1935, presso l’Hotel Crossguns di Cradley Heath, Staffordshire, Inghilterra. Principalmente amplifica lo Standard come stabilito dal Club Staffordshire Bull Terrier.


“Si ritiene che questa descrizione, che è stata elaborata e approvata da molti dei principali proprietari, che hanno allevato Staffordshire Bull Terrier per tutta la loro vita, sia di assistenza materiale per i più piccoli proprietari e l’allevatore novizio”

GENERALE
1935:
Aspetto generale: Lo Staffordshire Bull Terrier è un cane a pelo liscio, alto circa dai 15 a 18 pollici al garrese. Esso deve dare l’impressione di grande forza per la sua taglia e sebbene muscoloso deve essere attivo e agile
1948:
Caratteristiche: Dalla storia passata dello Staffordshire Bull Terrier, il cane moderno trae il suo carattere di indomito coraggio, grande intelligenza e tenacia. Questo unito con il suo affetto per gli umani e i bambini in particolare, il suo indomabile coraggio e l’affidabilità, lo rende il cane adatto per tutti gli usi.
Aspetto generale: Lo Staffordshire Bull Terrier è un cane a pelo liscio. Esso deve dare l’impressione di grande forza per la sua taglia e sebbene muscoloso deve essere attivo e agile.
1987:
Aspetto generale: cane pelo liscio, ben proporzionato (bilanciato), di grande forza per la sua taglia, muscoloso attivo e agile
Caratteristiche: Tradizionalmente di grande coraggio e tenacia. Molto intelligente e affettuoso, specialmente con i bambini.
Temperamento: Audace, senza paura e totalmente degno di fiducia.

Commenti:
1) Nel 1935 lo standard originale, l’altezza era inserita sotto “Aspetto Generale” e non in una separata clausola
2) Non fu inserita nessuna menzione al temperamento del SBT nello standard originale
3) Le parole “Audace, senza paura e totalmente affidabile” comparirono solo nello standard del 1987
4) Le parole “attivo”, “agile”,”grande forza per la sua taglia”, “muscoloso” e “pelo liscio”non sono mai state cambiate
5) La parola “bilanciato” appare solo nel 1987

TESTA
1935
Testa: corta, profonda e cranio largo, muscoli massetteri molto pronunciati, stop marcato, muso corto, bocca a livello (potrebbe essere intesa come chiusura a forbice non da traduzione)
Naso: Nero
1948:
Testa: corta, profonda e cranio largo, muscoli massetteri molto pronunciati, stop marcato, muso corto, naso nero
1987:
Testa e cranio: corta, profondo con cranio largo, muscoli massetteri molto pronunciati, stop marcato, muso corto, naso nero

Commenti:
1) Il naso ha la sua clausola separata solo nello standard del 1935
2) Nello standard del 1935 non ci sono clausole sulla “bocca” and la cita solo qui nella sezione della “Testa”, dove dice “bocca a livello”.
3) La parola “cranio” viene citata nel titolo della clausola solo nel 1987
4) Essenzialmente la descrizione della testa è rimasta invariata

OCCHI
1935:
Occhi: Scuri
1948:
Occhi: preferibilmente scuri ma possono essere in armonia col colore del pelo. Rotondi, di media grandezza e posizionati per guardare avanti.
1987:
Occhi: : preferibilmente scuri ma possono essere in armonia col colore del pelo. Rotondi, di media grandezza e posizionati per guardare avanti. Rime palpebrali scure.

Commenti:
1) Nel 1935 la descrizione era semplicemente “scuri” che è stata ribadita dalla versione del 1948, ma è stata inserita una minore rigidità permettendo un colore meno scuro in relazione al colore del pelo.
2) La forma, dimensione e posizionamento degli occhi sono stati inseriti dalla versione del 1948.
3) Il colore delle rime palpebrali è stato inserito solo dal 1987.

ORECCHIE
1935:
Orecchie: A rosa, semi erette e erette, queste tre devono essere preferite a quelle portate in avanti (cadenti) che devono essere penalizzate
1948:
Orecchie: A rosa o semi erette e non larghe.Portate in avanti (cadenti) o erette sono da penalizzare.
1987:
Orecchie: A rosa o semierette, non larghe o pesanti. Portate in avanti (cadenti) sono altamente indesiderate.

Commenti:
1) Solo le orecchie portate in avanti erano penalizzate nel 1935. Portate in avanti (cadenti) o erette erano penalizzate nella versione del 1948. Dal 1987 sono state considerate “altamente indesiderabili” , in altre parole, non buone come il colore focato o fegato.
2) La dimensione è stata citata dal 1948
3) Lo spessore della pelle è stato inserito solo dal 1987 usando il termine “pesanti”

BOCCA
1935:
Bocca: non menzionata
1948:
Bocca: La bocca deve essere a livello, significa che, gli incisivi della mascella inferiore devono chiudere in modo aderente all’interno degli incisivi della mascella superiore, e le labbra devono essere aderenti e pulite. Un eccesso di prognatismo o enognatismo devono essere duramente penalizzati.
1987
Bocca: labbra aderenti e pulite. Forte mandibola, denti larghi con una perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, i denti superiori si sovrappongono ai denti inferiori e perpendicolari alla mascella.

Commenti:
1) Lo standard originale non aveva alcune clausola sulla bocca ma chiamava solo “bocca a livello” (vedi sopra).
2) Nel 1948 lo standard richiamava un morso a livello, ma la descrizione era quella che oggi noi chiamiamo chiusura a forbice.
3) Nel 1987 vediamo lo stesso termine modificato in “forbice”, ma la descrizione rimane sostanzialmente la stessa. Il giudizio sul pessimo prognatismo o enognatismo fu eliminato dallo standard del 1987. Infatti non ci sono specifiche nello standard del 1987 con richiami per la penalizzazione di un pessimo prognatismo o enognatismo.

COLLO
1935:
Collo: Dovrebbe essere piuttosto corto e muscoloso
1948:
Collo: Muscoloso, piuttosto corto, dal profilo netto, va gradatamente allargandosi verso le spalle
1987:
Collo: Muscoloso, piuttosto corto, dal profilo netto, va gradatamente allargandosi verso le spalle

Commenti:
Fondamentalmente è rimasto invariato eccetto per il “ va gradatamente allargandosi verso le spalle” inserito a partire dalla versione del 1948

CORPO
1935:
Corpo: schiena corta, petto profondo, leggero nella zona lombare* con gli arti anteriori posizionati piuttosto ampi per permettere lo sviluppo del torace
(nota del traduttore, tradotto letteralmente, potrebbe intendere che è più stretto o asciutto nella zona lombare/ventre)
1948:
Corpo: il corpo deve essere compatto, con una linea dorsale orizzontale, petto largo, sterno profondo, costole ben definite*, e piuttosto leggero nella zona lombare.**
*(nota del traduttore, tradotto letteralmente, potrebbe intendere che spingono verso l’esterno)
** (nota del traduttore, tradotto letteralmente, potrebbe intendere che è più stretto o asciutto nella zona lombare/ventre)
1987:
Corpo: compatto, linea dorsale orizzontale anteriore largo, petto (sterno) profondo, costole ben definite*, muscoloso e ben definito
*(nota del traduttore, tradotto letteralmente, potrebbe intendere che spingono verso l’esterno)

Commenti:
1) L’unica cosa rimasta dello standard originale è “sterno profondo”
2) “leggero nella zona lombare” è stato tolto dallo standard del 1987
3) “Schiena corta” è presente solo nello standard del 1935
4) Il termine “compatto” appare nello standard del 1948 (“schiena corta” e “compatto” sono due cose completamente diverse
5) “linea dorsale orizzontale” appare solo 1948
6) “leggero nella zona lombare con gli arti anteriori posizionati piuttosto ampi per permettere lo sviluppo del torace” compare solo nello standard originale anche se compare in una sorta diversa nel 1948 nelle clausole degli Arti anteriori. Nella sezione del Corpo è stato sostituito dalla clausola “anteriore ampio”
7) La descrizione delle costole è stata inserita solo dal 1948 La descrizione del corpo nel suo insieme, “muscoloso e ben definito” compare solo nel 1987

QUARTI ANTERIORI
1935:
Arti anteriori : dritti, piedi ben raccolti, girano leggermente verso l’esterno e non mostra debolezza nel metacarpo
1948:
Anteriore: arti dritti e di buona ossatura, piazzati piuttosto distanti, spalla forte senza lassità, e non mostra segni di debolezza nei metacarpi, dal punto in cui girano leggermente verso l’esterno.
1987 :
Anteriore: arti dritti e di buona ossatura, piazzati piuttosto distanti e non mostra segni di debolezza nel metacarpo dal punto in cui girano leggermente verso l’esterno, le spalle sono rilassate non mostrano lassità nei gomiti.

Commenti:
1) “piazzati piuttosto distanti” compare solo nello standard del 1948, essendo stato spostato dalla parte del “Corpo” com’era in precedenza.
2) “buona ossatura” fece la sua prima apparizione nello standard del 1948. Degno di nota che sia stato usato il termine “Buona”* e preferito a “buono”, “forte”, “grossa” (nota dell’autore in italiano non esiste un termine idoneo per tradurre al meglio la parola “Well”)
3) Le Spalle sono state citate per la prima volta solo nel 1948 con “spalla forte senza lassità”
4) Le Spalle sono state ridefinite nel 1987 con “le spalle sono rilassate”
5) Non avendo una loro sezione specifica, “piedi ben raccolti” sono stati inseriti in questa sezione solo nello standard del 1935
6) “dritti” negli arti, “girano leggermente verso l’esterno” come in piedi, “non mostra debolezza nel metacarpo” sono le tre frasi che rimangono costantemente nei tre standard.

QUARTI POSTERIORI
1935:
Arti posteriori: quarti posteriori ben muscolosi, i garretti sono discesi come nei terrier
1948:
Quarti posteriori: i quarti posteriori devono essere muscolosi, i garretti sono discesi e le ginocchia ben angolata. Le gambe posteriori devono essere parallele quando sono viste da dietro
1987:
Quarti posteriori: ben muscolosi, garretti discesi con ginocchia ben angolate, le gambe posteriori parallele quando sono viste da dietro

Commenti:
1) “Ginocchia ben angolate” non erano menzionate nello standard del 1935 quando questa sezione era chiamata “Arti posteriori”
2) Per la prima volta, il termine “parallelo” fu introdotto nello standard del 1948
3) Entrambi gli standard del 1948 e 1987 sono praticamente identici

MANTELLO
1935
Mantello: corto, liscio e fitto alla pelle.
1948
Mantello: liscio, corto e fitto alla pelle.
1987
Mantello: liscio, corto e fitto.

Commenti :
Identiche tranne che per le parole “a pelle” omesso nel 1987.

COLORE
1935
Colore: può essere qualsiasi tonalità di tigrato – Nero – Bianco – Fawn o Rosso, o qualsiasi di questi colori con il bianco.Il Black and Tan e il fegato non devono essere incoraggiati.
1948
Colore: rosso, fulvo, bianco, nero o blu, o qualsiasi di questi colori con il bianco. Ogni sfumatura di tigrato o di qualsiasi tonalità di tigrato con il bianco. Il Black-and-tan o il colore fegato non devono essere incoraggiati.
1987
Colore: rosso, fulvo, bianco, nero o blu, o uno qualsiasi di questi colori con il bianco. Ogni sfumatura di tigrato o di qualsiasi tonalità di tigrato con il bianco. Il Black-and-tan o il fegato sono altamente indesiderabili.

Commenti :
Il “Blue” non faceva parte del standard originale. Continuerò a sgolarmi e dire che penso che i veterani che hanno “inventato” la nostra razza considerassero ciò che noi chiamiamo “blu” oggi in realtà “fegato”!
“Non deve essere incoraggiato” è stato cambiato in “altamente indesiderabile” nel 1987.

PIEDI
1935
Non menzionato.
1948
Piedi: I piedi devono essere con buoni cuscinetti, forti e di media grandezza.
1987
Piedi: con buoni cuscinetti, forti e di media grandezza. Unghie nere in cani dal colore uniforme
Commenti:
I piedi non avevano voce specifica nel 1935, ma venivano menzionati alla voce “zampe anteriori” (vedi sopra).
Lo standard del 1948 ha visto la descrizione dei piedi ampliarsi con “forti e di medie dimensioni”.
Lo standard del 1987 richiama “unghie nere in cani di colore solido” – un termine molto dubbio! Dopo tutto, il bianco è un colore? Il tigrato è un colore uniforme o un insieme di colori ?

CODA
1935
Coda: La coda deve essere di media lunghezza assottiglia verso la punta e portata piuttosto bassa; non dovrebbe arricciarsi molto e può essere paragonata ad un manico di pompa vecchio modello.
1948
Coda: La coda deve essere di media lunghezza, attaccata bassa, si assottiglia verso la punta e portata piuttosto bassa. Non dovrebbe arricciarsi tanto e può essere paragonata ad un manico di pompa vecchio modello.
1987
Coda: di media lunghezza, attaccata bassa assottiglia verso la punta e portata piuttosto bassa. Non dovrebbe arricciarsi tanto e può essere paragonata ad un manico di pompa vecchio modello.

Commenti :
A parte l’aggiunta di ” low set ” nel 1948, questa clausola resta sostanzialmente invariato – grazie al cielo!

MOVIMENTO
1935
Non menzionato.
1948
Non menzionato.
1987
Andatura / Movimento: libera, potente ed agile, senza sforzo. Gli arti si muovono paralleli
se visti dal davanti o dal dietro. Evidente spinta del posteriore

Commenti :
non esisteva fino al 1987!

PESO
1935
Peso: Cani da 28 a 38 libbre(12.7 fino a 17.23 kg). Femmine 4 libbre(1.81 kg) in meno .
1948
Peso e dimensioni – Peso: Cani da 28 a 38 libbre(12.7 fino a 17.23 kg). Femmine, da 24lb. a 34lb(10.88 a 15.42 kg) . Altezza (alla spalla), da 14in a 16in(da 35.56 a 40.64 cm) , queste altezze sono da considerare in relazione al peso.
1987
Peso e dimensioni – Peso: da 28 a 38 libbre(12.7 fino a 17.23 kg). Femmine, da 24lb. a 34lb(10.88 a 15.42 kg) . Altezza desiderabile (al garrese), da 14in a 16in(da 35.56 a 40.64 cm) , queste altezze sono da considerare in relazione al peso.

Commenti :
Nel 1935 l’altezza è stato incluso nella clausola Aspetto generale – “in piedi circa 15 a 18 pollici alla spalla”.
Sebbene i pesi sono mai stati cambiati, l’altezza è stato cambiata da 14 a 16 pollici nel 1948.
Sia il 1935 e il 1948 le norme descrivono l’altezza da misurare “a spalla” – non si fa menzione da dove dovrebbe essere presa la misura sulla spalla.
Naturalmente, del 1987 standard dice “al garrese”, che è un punto molto più definitivo.
Nel 1987 il termine “desiderabile” è stato messo davanti parola “altezza”.
Dallo standard del 1948 è stata inclusa la definizione ” queste altezze sono da considerare in relazione al peso”

DIFETTI
1935
Difetti. Devono essere penalizzati, naso rosa , occhi chiari o rosa, la coda troppo lunga o mal arricciata, dentature prognate o enognate .
Scala di punti. Condizione generale e manto – 15; Testa – 30; Collo – 10; Corpo – 25; Gambe e piedi – 15; Coda – 5: Totale = 100.
1948
Difetti – Devono essere penalizzati secondo la gravità del difetto; – Occhi chiari o rime palpebrali rosa . Coda troppo lunga o mal arricciata. Difformità ai limiti di peso o altezza. Orecchie erette o a bottone. dentature prognate o enognate .
I seguenti difetti dovrebbero impedire ad un cane di vincere un premio:
naso rosa.
dentatura prognata o enognata. – Prognatismo- dove la mascella inferiore sporgere in misura tale che gli incisivi della mascella inferiore non toccano quelli della mandibola superiore. Enognatismo – dove la mascella superiore sporge in misura tale che gli incisivi della mascella superiore non toccano quelli della mandibola.
1987
Difetti. Qualsiasi deviazione dai punti di cui sopra dovrebbe essere considerata difetto, e la
severità con cui va considerata deve essere in proporzione alla sua gravità, e ai suoi
effetti sulla salute e sul benessere del cane. Ogni cane che presenti chiaramente anomalie fisiche o comportamentali, sarà squalificato.
N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

PUNTI DA NOTA:

La “Scala dei punti” esisteva solo nello standard del 1935.
Originariamente solo ” naso rosa , occhi chiari o rosa, la coda troppo lunga o mal arricciata, dentature prognate o enognate “ erano utilizzati per “penalizzare”.
Nel 1948 ” Difformità ai limiti di peso o altezza. Orecchie erette o a bottone ” sono stati aggiunti alla voce “penalizzare”. ” naso rosa” viene ora trattato con maggiore severità.
Nel 1948 “a seconda della gravità del difetto” fu aggiunto a “da penalizzare”.
“I seguenti difetti dovrebbero impedire ad un cane di vincere qualsiasi premio” fu aggiunto nel 1948 e quindi rese la “il naso rosa” e la “dentatura prognata o enognata” difetti da squalifica .
La clausola è stata completamente cambiata nel 1987 e non ha specificato nulla circa i punti di penalizzazione o squalifica.
Come era coerente con tutti gli standard di razza del Kennel Club inglese è stata inserita la nota circa l’integrità dei maschi.

Traduzione in italiano a cura di Gian Luca Meles con la collaborazione di Antonio Cuppone per la terza ed ultima parte.

Share SHARE

Potrebbero interessarti anche...