staffordshire bull terrier

Lo sport nella razza alcune considerazioni- prima parte

Lo Staffordshire Bull Terrier nasce come cane “ludico” in sport cruenti, in pratica era un cane per l’intrattenimento della classe operaia inglese e di qualche signorotto.

Al giorno d’oggi l’unica forma di intrattenimento e spettacolo che può esercitare questa razza, parlando di attività legali, sono delle discipline sportive create ad hoc, nelle quali un cane di piccole dimensioni stupisce gli spettatori per le sue performance atletiche.

In queste attività si possono distinguere delle caratteristiche insite nella storia della razza:

– Tenacia (tug of war – hangtime)

– velocità/potenza (coursing-sprint pull)

– resistenza aerobica (trackmill – 10 miglia)

– agilità (salto in lungo o in alto – A-frame)

Queste attività sono le uniche al momento eticamente compatibili con la nostra società e che possono preservare parzialmente le attitudini morfologiche e caratteriali di uno Staffordshire Bull Terrier.

Il carattere del fighter è inevitabile che sparirà e può succedere in rari casi per un ritorno atavico che riaffiori, ma non è attraverso una pressione selettiva su questo tipi di attività che ritornerà in vita il carattere originario di questa razza.

L’unico scopo che deve avere lo sport è quello di dare un senso funzionale alla razza e fornire dei parametri di valutazione per chi vuole allevare.

Dal mio punto di vista selezionare solo sulla base sportiva sarebbe un errore, perchè la razza deve essere valutata in diversi aspetti e un super campione sportivo, a volte può avere dei difetti o tare che sono state abilmente camuffate da un buon preparatore.

Quando si valuta un cane nello sport ci sono da creare due classi di soggetti, i dotati “naturali” e i “preparati”.

Deigian Alice Cooper


I primi nascono con delle doti atletiche morfologiche e mentali superiori alla norma, nonchè più vicini a quello che dovrebbe essere il carattere tipico della razza, con tre caratteristiche fondamentali elevato predatorio, combattivitá e tenacia oltre a un gran temperamento. Questi soggetti di solito evidenziano tali doti fin da cuccioli, se l’allevatore ha interesse verso una carriera sportiva effettuerà un imprinting per fissare e migliorare tali doti. 

Intervenendo il fattore umano si rischia di andare a nascondere eventuali difetti caratteriali, perchè per vedere al 100% la dote naturale del cane dovrebbe rimanere “vergine” dal provare le discipline fino a un anno di età, in modo da vedere come si comporta senza condizionamenti da parte del preparatore/proprietario. 

Questo periodo di attesa potrebbe essere rischioso perchè se il soggetto è “buono” e non “super” come si credeva in un primo tempo, potrebbe avere più difficoltà in alcune prove, mentre se fosse stato condizionato seguendo un programma di crescita fin dai primi mesi, magari sarebbe passato da buono a super.

Melrosstaffy Land of Pangea


Questa valutazione del cane andrebbe fatta spesso dall’allevatore per valutare l’effettiva validità del lavoro di selezione che sta eseguendo e per effettuare delle correzioni.

L’altra classe è quella dei “preparati” soggetti discreti che nelle mani di persona con competenze nell’ambito sportivo dei ttb, riescono a valorizzarne il potenziale limitato, portandolo allo stesso livello di cani buoni o ottimi.

Quindi per coloro interessati ad allevare da un punto di vista sportivo la scelta dovrebbe ricadere principalmente sul primo tipo.

Ci sono poi delle eccezioni come in ogni ambito, cani che sono stati scartati nei primi mesi che durante la crescita cambiano a livello caratteriale e che si dimostrano migliori di soggetti ritenuti migliori in una prima valutazione.

In questi 5 anni in cui ho iniziato a praticare lo sport con gli sbt, credo di aver visto lavorare un centinaio di cani provenienti da linee e selezioni diverse, di questi quelli che appartengono alla prima categoria, si contano sulle dita di una mano.

I migliori soggetti a mio parere sono quei cani che nonostante abbiano dei limiti fisici per un’errata costruzione morfologica, riescono a superarli grazie a una forza mentale che li spinge oltre i propri limiti, poco riflessivi e con una grande istintività.

In questi anni, esattamente dal 2012, ho promosso un club per soli sbt con pedigree FCI, la motivazione del pedigree risiede nel fatto che per l’attuale situazione della razza è obbligatorio lavorare nell’ufficialità per dimostrare che si può cambiare il percorso di degenarazione verso l’ipertipo, che ha intrapreso questa razza.

Inoltre come gruppo abbiamo deciso di seguire delle regole e tabelle del Dutch Stafford Athletic, scritte da Marco de Krujik (Quinlent), frutto di un lavoro decennale con dei parametri minimi e massimi che un buon sbt dovrebbe possedere nelle singole discipline.

Questo sistema lavora per livelli simili alle cinture delle arti marziali, dove il livello più alto è premiato con la stella nera e il raggiungimento di tutte le stelle nere, decretano il Champion sportivo.

La scelta di chiudere a una sola razza non significa che il competere con razze diverse sia sbagliato, anzi lo reputo interessante perchè l’osservare altre razze simili e proveniente dal medesimo ceppo come apbt, ebt, amstaff, può aiutare a valutare eventuali limiti nella propria razza.

Ritornando al discorso di selezione bisogna lavorare attenendosi non solo ai parametri forniti dallo sport ma anche attraverso l’attinenza del cane allo standard di razza, ed è in questo contesto che entrano in gioco gli show di bellezza. 

Negli show un cane dovrebbe essere unicamente valutato da persone, che ne conoscono il tipo e la razza, possibilmente che abbiano allevato la razza favorendo un tipo bilanciato di bull & terrier.

La scelta dei soggetti da accoppiare deve cadere su coloro che oltre ad aver dimostrato doti atletiche siano anche morfologicamente corretti, solo in questo modo si può portare avanti un dual purpose “show e sport”.

Al primo posto di tutto deve esserci sempre l’affidabilità verso l’uomo, verso il quale NON DEVE mai dare segni di aggressività.

FINE PRIMA PARTE

Share SHARE

Potrebbero interessarti anche...